Sicurezza e lusso, inizia una nuova era con la Volvo XC90

Sicurezza e lusso, inizia una nuova era con la Volvo XC90

Si è tenuta l'anteprima mondiale a Stoccolma per l'attesissima nuova Volvo XC90, progettata interamente in Svezia su una piattaforma interamente Volvo. Si tratta di un modello di svolta per la Casa. Dopo una progettazione e sviluppo di tre anni, la nuova Volvo XC90, che rientra in un programma di investimento del valore complessivo di 11 miliardi di dollari, segna l’inizio di un nuovo capitolo nella storia di Volvo, rispecchiandone il futuro orientamento stilistico, integrando una serie di nuove tecnologie esclusive del marchio e utilizzandone la nuova Architettura di Prodotto Scalabile (SPA).

La XC90 sarà la prima Volvo ad esibire il nuovo e più pronunciato logo (Ironmark), caratterizzato dall’iconica freccia della Casa allineata con la linea diagonale che attraversa la griglia anteriore. La sicurezza sarà il punto di forza di questo elegante Suv a sette posti spazioso e versatile. A tale scopo sono state proposte due tecnologie di sicurezza in anteprima mondiale: un sistema di protezione in caso di uscita di strada del veicolo e una funzione di frenata automatica in prossimità di incroci. In caso di uscita dalla carreggiata, la nuova Volvo XC90 rileva ciò che accade e tende le cinture di sicurezza per mantenere i passeggeri in posizione ottimale. Inoltre con lo scopo di evitare lesioni alla spina dorsale, un dispositivo di assorbimento dell’energia ubicato fra il sedile e il telaio del sedile attutisce le forze verticali che possono generarsi quando la vettura urta con violenza contro il terreno.

Un'altra anteprima mondiale della XC90 è la dotatazione di una tecnologia in grado di attivare automaticamente i freni nel caso in cui l’automobilista svolti mentre di fronte sopraggiunge un’altra vettura.

Per la nuova XC90 viene proposta una gamma di diversi motori a quattro cilindri da 2 litri della famiglia Drive-E, con il modello top di gamma XC90 «Twin Engine» che abbina un quattro cilindri turbo benzina sovra-alimentato da 2 litri a un motore elettrico. Questa doppia unità, come dichiarato dalla Casa, sarà l’ibrido più potente al mondo garantendo 400 CV- 320 Cv sviluppati dal propulsore benzina posto anteriormente e 80 dall’elettrico al posteriore - con emissioni di anidride carbonica pari a circa 60 g/km (ciclo di guida NEDC).

Gli interni hanno scelto soluzioni lussuose mentre grande attenzione è stata data alla tecnologia con la console con comandi che si azionano attraverso uno schermo a sfioramento simile a un tablet (dicendo di fatto addio a tasti e interruttori) e un sistema di connettività in grado di supportare sia Apple sia Android.

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Webauto notizie dal mondo dei motori non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.

Esprimi il tuo giudizio via Social Network

Autore: La Redazione

La Redazione

La redazione racconta ogni giorno le novità e le tendenze provenienti dal mondo dei motori.

vai alla scheda dell'autore

0 Commenti

Aggiungi un Commento

Iscriviti
alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere tutte le novità di WebAuto.it